Menarca, gravidanze e allattamento al seno non modificano la prognosi a lungo termine nella sclerosi multipla


É stato studiato l'effetto del menarca, delle gravidanze e dell'allattamento al seno sul rischio di sviluppare sclerosi multipla ( MS ) e accumulo di disabilità utilizzando un approccio multivariato basato su un'ampia coorte prospettica di pazienti con sindrome clinicamente isolata ( CIS ).

È stata condotta una indagine trasversale delle informazioni riproduttive delle partecipanti femminili in una coorte affetta da sindrome clinicamente isolata.
È stata esaminata la relazione dell'età al menarca con il rischio di sclerosi multipla clinicamente definita ( CDMS ), McDonald 2010 MS ed Expanded Disability Status Scale ( EDSS ) 3.0 e 6.0.

È stato anche esaminato l'effetto della gravidanza ( prima e dopo sindrome clinicamente isolata ) e l'allattamento al seno nel rischio di sclerosi multipla clinicamente definita, McDonald 2010 MS ed EDSS 3.0.

Sono state effettuate analisi univariate e multivariate e i risultati sono stati confermati utilizzando analisi di sensibilità e un modello di punteggio di propensione.

Sono stati raccolti i dati di 501 partecipanti femminili. L'età al menarca non era correlata con l'età alla sindrome clinicamente isolata e non è stata associata al rischio di sclerosi multipla clinicamente definita o EDSS 3.0 o 6.0.

La gravidanza prima di sindrome clinicamente isolata è stata protettiva per sclerosi multipla clinicamente definita nell'analisi univariata, ma l'effetto è stato perso nel modello multivariato e non ha modificato il rischio di EDSS 3.0.

La gravidanza dopo sindrome clinicamente isolata è stata protettiva per entrambi i risultati nelle analisi univariate e multivariate quando la gravidanza era considerata una variabile di base, ma l'effetto protettivo è scomparso quando è stato analizzato come evento dipendente dal tempo. L'allattamento al seno non ha modificato il rischio per i tre esiti.

Questi risultati hanno dimostrato che il menarca, le gravidanze e l'allattamento al seno non hanno modificato sostanzialmente il rischio di sclerosi multipla clinicamente definita o di accumulo di disabilità utilizzando un approccio multivariabile e dipendente dal tempo. ( Xagena2019 )

Zuluaga MI et al, Neurology 2019; 92: 1507-1516

Neuro2019 Gyne2019


Altri articoli