Pegasys nel trattamento della epatite B, forma cronica


Le Autorità Sanitarie svizzere hanno autorizzato la nuova indicazione di Pegasys ( PegInterferone alfa-2a ) nel trattamento dell’epatite B, cronica, sia nella forma antigene HBe-positivo che antigene HBe-negativo.

L’autorizzazione è avvenuta grazie ai risultati di 3 studi clinici, che hanno coinvolto più di 1500 pazienti.

Gli studi hanno mostrato che Pegasys era superiore alle due terapie attualmente considerate standard, Interferone-alfa e Lamivudina.

Pegasys ha dimostrato di essere due volte più efficace dell’Interferone nel trattamento della forma più comune di epatite B cronica, l’epatite B cronica, positiva per l’antigene “e��? ( HBeAg ).
Questo risultato è stato pubblicato sul Journal of Viral Hepatitis ( 2003 ).

In due studi clinici di fase III, cha hanno coinvolto pazienti con epatite B cronica, sia HBeAg-positiva che HBeAg-negativa, dopo 48 settimane di terapia, più pazienti trattati con Pegasys che con Lamivudina hanno raggiunto una risposta virologica sostenuta.
L’aggiunta di Lamivudina a Pegasys non ha migliorato la percentuale di risposta.( Xagena2005 )

Fonte: Roche, 2005

Gastro2005 Farma2005

Altri articoli

Pegasys, indicazioni e posologia

Pegasys è l’Interferone alfa-2a associato al polietilenglicole ( PEG ), a formare un Interferone alfa-2a pegilato, detto anche PegInterferone.Pegasys è... ... leggi

Pegasys, controindicazioni ed interazioni

Pegasys, un Interferone alfa2a pegilato, presenta le seguenti controindicazioni:Controindicazioni• Ipersensibilità al principio attivo, agli Interferoni alfa o ad uno qualsiasi... ... leggi

Pegasys, effetti indesiderati

La frequenza e la gravità delle reazioni avverse più comunemente segnalate con Pegasys ( PegInterferone alfa-2a ) sono simili a... ... leggi