Vaccino anti-papillomavirus, Gardasil: aumento del rischio di svenimenti e reazioni cutanee


Il vaccino quadrivalente contro il papillomavirus umano ( HPV ) ( Gardasil ) è associato a un aumento del rischio di svenimenti nel giorno della iniezione e di reazioni cutanee nei giorni successivi alla somministrazione.

Sono stati analizzati i dati di 189.629 cartelle mediche di soggetti di sesso femminile di età compresa tra 9 e 26 anni, che avevano usufruito dei sistemi sanitari del Kaiser Permanente, e che erano state trattate con almeno una dose del vaccino Gardasil nel periodo 2006-2008.

Lo studio aveva preso avvio subito dopo l’approvazione negli Stati Uniti ( 2006 ) di Gardasil, ed è stato continuato fino al completamento del ciclo vaccinale ( tre dosi ) per 44.000 partecipanti.

I ricercatori del Kaiser Permanente hanno esaminato il rischio di visite presso il Pronto Soccorso e i ricoveri ospedalieri nel giorno della vaccinazione, entro 14 giorni o entro 60 giorni dalla somministrazione del vaccino.

Un Safety Committee indipendente ha determinato che solo le reazioni cutanee nel periodo 1-14 giorni, e la sincope nel giorno della vaccinazione erano probabilmente associati al vaccino.
Il rischio ( odds ratio, OR ) per infezioni cutanee è stato pari a 1.8, mentre l’odds ratio per lo svenimento è risultato pari a 6.

Lo studio era stato disegnato con l’obiettivo di evidenziare solo i nuovi segnali di sicurezza che facevano la loro comparsa entro 60 giorni dalla vaccinazione. Per questo motivo potrebbe non aver rilevato problemi di sicurezza a lungo termine, così come gli eventi che non richiedevano una visita al Pronto Soccorso o un ricovero ospedaliero. ( Xagena2012 )

Fonte: Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine, 2012

Inf2012 Gyne2012 Farma2012

Altri articoli