Denileuchina diftitox nei pazienti con linfoma cutaneo a cellule T


Uno studio di fase III, controllato con placebo e randomizzato, ha studiato l'efficacia e la sicurezza di 2 dosi di Denileuchina diftitox ( Ontak ), una proteina di fusione ricombinante che ha come bersaglio i linfociti T maligni che esprimono il recettore di IL-2, nei pazienti con linfoma cutaneo a cellule T CD25+ e di stadio compreso tra IA e III, includendo la micosi fungoide e la sindrome di Sézary, sottoposti fino a 3 terapie precedenti.

L'endpoint primario era rappresentato dal tasso di risposta completo.

I pazienti ( n=144 ) con linfoma cutaneo a cellule T CD25-positivo, confermato per via bioptica, sono stati assegnati in maniera casuale a Denileuchina diftitox 9 microg/kg/die ( n=45 ), Denileuchina diftitox 18 microg/kg/die ( n=55 ) o infusioni di placebo ( n=44 ), somministrati per 5 giorni consecutivi ogni 3 settimane fino a 8 cicli.

I pazienti sono stati seguiti per valutare l'efficacia del farmaco, il beneficio clinico e la sicurezza di Denileuchina diftitox.

Il tasso di risposta generale è stato pari al 44% per tutti i pazienti trattati con Denileuchina diftitox ( n=100; 10% risposta completa e 34% risposta parziale ), rispetto al 15.9% per i pazienti trattati con placebo ( 2% risposta completa e 13.6% risposta parziale ).

Il tasso di risposta generale è risultato più elevato nel gruppo 18 microg/kg/die versus quello 9 microg/kg/die ( 49.1% vs 37.8%, rispettivamente ) ed entrambe le dosi sono risultate significativamente superiori al placebo.

La sopravvivenza libera da progressione è risultata significativamente più lunga ( mediana maggiore di 2 anni ) per entrambe le dosi di Denileuchina diftitox rispetto al placebo ( mediana 124 giorni; P minore di 0.001 ).

I tassi di eventi avversi gravi e moderatamente gravi sono risultati leggermente più elevati nei gruppi Denileuchina diftitox, mentre i tassi degli eventi moderati e lievi sono risultati simili a quelli osservati nel gruppo placebo.

Non sono state osservate differenze statistiche per gli eventi avversi gravi legati al farmaco.

In conclusione, Denileuchina diftitox ha mostrato un effetto significativo e duraturo sul tasso di risposta generale e sulla sopravvivenza libera da progressione con un accettabile profilo di sicurezza nei pazienti con linfoma cutaneo a cellule T di stadio precoce e avanzato. ( Xagena2010 )

Prince HM et al, J Clin Oncol 2010; 28: 1870-1877


Farma2010 Onco2010 Emo2010 Dermo2010



Altri articoli