Compresse di Clonidina a rilascio prolungato come terapia aggiuntiva a psicostimolanti in bambini e adolescenti con disturbo da deficit di attenzione e iperattività


È stato condotto uno studio per valutare efficacia e sicurezza di compresse di Clonidina a rilascio prolungato ( Kapway ) in combinazione con stimolanti ( cioè, Metilfenidato [ Ritalin ] o anfetamine ) per il disturbo da deficit di attenzione e iperattività ( ADHD ).

In uno studio di fase 3, in doppio cieco e controllato con placebo, bambini e adolescenti con disturbo da deficit di attenzione e iperattività di sottotipo iperattivo o combinato che avevano mostrato risposta inadeguata al regime stimolante stabile sono stati assegnati in maniera casuale a ricevere Clonidina a rilascio prolungato oppure placebo in combinazione con il farmaco stimolante basale.

Le misure di efficacia predefinite hanno valutato il cambiamento dal basale alla settimana 5.

Dei 198 pazienti randomizzati, 102 hanno ricevuto Clonidina a rilascio prolungato più stimolante e 96 placebo più stimolante.

Alla settimana 5, nel gruppo Clonidina a rilascio prolungato versus gruppo placebo è stato osservato un miglioramento maggiore rispetto al basale nel punteggio totale alla scala ADHD Rating Scale IV ( ADHD-RS-IV ) ( P=0.009 ), nei punteggi alle sottoscale di iperattività e non-attenzione di ADHD-RS-IV ( P=0.014 e P=0.017, rispettivamente ), nei punteggi alla scala CPRS ( Conners' Parent Rating Scale ) ( P inferiore a 0.062 ), CGI-S ) ( Clinical Global Impression of Severity; P=0.021 ), CGI-I ( Clinical Global Impression of Improvement; P=0.006 ) e alla scala PGA ( Parent Global Assessment; P=0.001 ).

Gli eventi avversi e i cambiamenti nei segni vitali nel gruppo Clonidina a rilascio prolungato sono risultati in genere lievi.

In conclusione, i risultati di questo studi suggeriscono che la Clonidina a rilascio prolungato in combinazione con stimolanti è utile nel ridurre il disturbo da deficit di attenzione e iperattività nei bambini e adolescenti con risposta parziale a stimolanti. ( Xagena2011 )

Kollins SH et al; Pediatrics 2011; 127: e1406-1413


Pedia2011 Psyche2011 Farma2011

Altri articoli