Venetoclax combinato con Decitabina o Azacitidina nei pazienti anziani naive-al-trattamento con leucemia mieloide acuta


I pazienti più anziani con leucemia mieloide acuta ( AML ) rispondono male alla terapia di induzione standard.
La sovraespressione di BCL-2 ( B-cell lymphoma 2 ) è implicata nella sopravvivenza delle cellule leucemiche e nella resistenza al trattamento.

Sono state riportate la sicurezza e l'efficacia di Venetoclax ( Venclyxto ) con Decitabina o Azacitidina da un ampio studio multicentrico di fase 1b di escalation della dose ed espansione.

I 145 pazienti avevano almeno 65 anni, erano affetti da leucemia mieloide acuta ed erano naive-al-trattamento e non erano idonei per la chemioterapia intensiva.
Durante l'escalation della dose, Venetoclax orale è stato somministrato ai dosaggi di 400, 800 o 1.200 mg al giorno in associazione a Decitabina ( 20 mg/m2, giorni 1-5, per via endovenosa ) o Azacitidina ( 75 mg/m2, giorni 1-7, per via endovenosa o per via sottocutanea ).
Nell'espansione, sono stati somministrati Venetoclax 400 o 800 mg con uno dei due agenti ipometilanti.
L'età media era di 74 anni, con citogenetica a basso rischio nel 49% dei pazienti.

Gli eventi avversi comuni ( superiori al 30% ) includevano nausea, diarrea, costipazione, neutropenia febbrile, affaticamento, ipopotassiemia, riduzione dell'appetito e riduzione della conta dei globuli bianchi.
Non è stata osservata alcuna sindrome da lisi tumorale.

Con un tempo mediano di studio di 8.9 mesi, il 67% dei pazienti a tutte le dosi ha raggiunto la remissione completa ( CR ) + CR con recupero incompleto della conta ( CRi ), con un tasso di CR + CRi del 73% nella coorte Venetoclax 400 mg + agenti ipometilanti.

I pazienti con citogenetica a basso rischio e quelli con almeno 75 anni presentavano tassi di CR + CRi rispettivamente del 60% e del 65%.
La durata mediana di CR + CRi per tutti i pazienti è stata di 11.3 mesi e la sopravvivenza globale mediana ( mOS ) di 17.5 mesi; la mOS non è stata raggiunta per la coorte Venetoclax da 400 mg.

La nuova combinazione di Venetoclax con Decitabina o Azacitidina è risultata efficace e ben tollerata nei pazienti anziani con leucemia mieloide acuta. ( Xagena2019 )

DiNardo CD et al, Blood 2019; 133: 7-17

Emo2019 Onco2019 Farma2019

Altri articoli