Supplementazione enterale di Acidi grassi Omega-3, Acido gamma-Linolenico e antiossidanti nel danno polmonare acuto


Gli Acidi grassi Omega-3 ( n-3 ), Acido Docosaesaenoico e Acido Eicosapentaenoico, assieme ad Acido gamma-Linolenico e antiossidanti, potrebbero modulare la risposta infiammatoria sistemica e migliorare l’ossigenazione e gli esiti nei pazienti con danno polmonare acuto.

È stato condotto uno studio per determinare se la supplementazione alimentare di queste sostanze in pazienti con danno polmonare acuto possa aumentare i giorni liberi da ventilatore al 28° giorno.

Lo studio randomizzato, in doppio cieco, placebo-controllato e multicentrico, OMEGA, è stato condotto da gennaio 2008 a febbraio 2009.

Vi hanno preso parte 272 adulti entro 48 ore dallo sviluppo di danno polmonare acuto con richiesta di ventilazione meccanica, e per i quali i medici avevano intenzione di iniziare la nutrizione enterale.

Tutti i partecipanti hanno raggiunto un follow-up completo.

È stata fornita la supplementazione enterale due volte al giorno di Acidi grassi n-3, Acido gamma-Linolenico e antiossidanti, rispetto al solo controllo basato sulla restrizione calorica.

La nutrizione enterale è stata somministrata separatamente dal supplemento dello studio.

La principale misura di esito erano i giorni liberi da ventilatore al giorno 28.

Lo studio è stato interrotto precocemente per futilità dopo che 143 e 129 pazienti erano stati arruolati nei gruppi Omega-3 e controllo.

Nonostante un aumento di 8 volte nelle concentrazioni plasmatiche dei livelli di Acido Eicosapentaenoico, i pazienti che hanno ricevuto la supplementazione a base di Omega-3 hanno fatto registrare meno giorni liberi da ventilatore ( 14.0 versus 17.2; P=0.02 ) ( differenza, -3.2 ) e meno giorni liberi da ricovero in unità di terapia intensiva ( 14.0 vs 16.7; P=0.04 ).

I pazienti nel gruppo Omega-3 hanno anche mostrato meno giorni liberi da insufficienza d’organo non-polmonare ( 12.3 vs 15.5; P=0.02 ).

La mortalità in ospedale a 60 giorni è stata del 26.6% nel gruppo Omega-3 contro 16.3% nel gruppo controllo ( P=0.054 ), e la mortalità aggiustata a 60 giorni è stata pari a 25.1% e 17.6% nei gruppi Omega-3 e controllo, rispettivamente ( P=0.11 ).

L’utilizzo di supplementi a base di Omega-3 ha portato a un numero maggiore di giorni con diarrea ( 29% vs 21%; P=0.001 ).

In conclusione, la supplementazione enterale due volte al giorno di Acidi grassi Omega-3, Acido gamma-Linolenico e antiossidanti non ha migliorato l’endpoint primario di giorni liberi da ventilatore o altri esiti clinici in pazienti con danno polmonare acuto.
Questa supplementazione può essere pericolosa. ( Xagena2011 )

Rice TW et al, JAMA 2011; 306: 1574-1581



Farma2011 Pneumo2011

Altri articoli