Efficacia dei farmaci antinfiammatori non-steroidei per il trattamento del dolore nell'osteoartrosi del ginocchio e dell'anca


I farmaci antinfiammatori non steroidei ( FANS ) sono fondamentali nella gestione del dolore da osteoartrosi.
È stata valutata l'efficacia di diversi preparati e dosi di farmaci anti-infiammatori sul dolore dell'osteoartrosi in una meta-analisi.

Per la meta-analisi, sono stati presi in considerazione studi randomizzati che hanno confrontato uno dei seguenti interventi: FANS, Paracetamolo o placebo, per il trattamento del dolore da osteoartrosi, con almeno 100 pazienti per gruppo.

Gli esiti primari e secondari prespecificati erano il dolore e la funzione fisica.

Sono stati inclusi 76 studi randomizzati per un totale di 58.451 pazienti nella analisi.
Sono stati considerati 23 noduli riguardanti 7 diversi FANS oppure Paracetamolo con dose giornaliera specifica di somministrazione o placebo.

Tutti i preparati, indipendentemente dalla dose, hanno migliorato le stime puntuali dei sintomi del dolore rispetto al placebo.

Per 6 interventi ( Diclofenac 150 mg/die, Etoricoxib 30 mg/die, 60 mg/die e 90 mg/die e Rofecoxib 25 mg/die e 50 mg/die ), la probabilità che la differenza rispetto al placebo fosse al di sotto di un effetto minimo clinicamente significativo prespecificato per la riduzione del dolore ( dimensione dell'effetto ES -0.37 ) è stata almeno del 95%.

Tra le dosi giornaliere massime approvate, Diclofenac 150 mg/die ( ES -0.57 ) ed Etoricoxib 60 mg/die ( ES -0.58 ) hanno avuto la più alta probabilità di essere l'intervento migliore, entrambi con probabilità del 100% di raggiungere la differenza minima clinicamente importante.

Gli effetti del trattamento aumentavano all'aumentare della dose del farmaco, ma i corrispondenti test per un effetto lineare della dose sono risultati significativi solo per Naproxene ( P=0.034 ).
Non è stata trovata alcuna prova che gli effetti del trattamento variassero durante la durata del trattamento.

L'adattamento del modello è stato buono e l'eterogeneità e l'incoerenza tra le evidenze sono state basse in tutte le analisi.
Si è ritenuto che tutti gli studi presentassero un basso rischio di errore per lo stato in cieco dei pazienti.
Le stime degli effetti non sono cambiate nelle analisi di sensibilità con due ulteriori modelli statistici e tenendo conto dei criteri di qualità metodologica.

Sulla base dei dati disponibili, non è stato riscontrato alcun ruolo per il Paracetamolo come singolo agente per il trattamento dei pazienti con osteoartrosi indipendentemente dalla dose.
Sono emerse solide evidenze che Diclofenac 150 mg/die è il farmaco antinfiammatorio non-steroideo più efficace attualmente disponibile, in termini di miglioramento del dolore e della funzionalità.
Tuttavia, in considerazione del profilo di sicurezza di questi farmaci, i medici devono considerare i risultati insieme a tutte le informazioni di sicurezza conosciute quando selezionano la preparazione e la dose per i singoli pazienti. ( Xagena2017 )

da Costa BR et al, Lancet 2017; 390: 21-33

Reuma2017 Med2017 Farma2017

Altri articoli