Eventi correlati al suicidio nei pazienti trattati con farmaci antiepilettici


Una precedente meta-analisi dei dati derivati da studi clinici ha mostrato un’associazione tra farmaci antiepilettici e suicidalità ( intenzione suicidaria, comportamento suicidario, o entrambi ).

Un gruppo di Ricercatori spagnoli ha utilizzato dati osservazionali rappresentativi della popolazione generale nel Regno Unito per esaminare l’associazione tra uso o non-uso di farmaci antiepilettici ed eventi correlati al suicidio ( suicidi tentati o portati a termine ) in pazienti con epilessia, depressione o disturbo bipolare.

In una coorte di 5.130.795 pazienti, l’incidenza di eventi legati a suicidio per 100.000 persone-anno è stata pari a 15 tra i pazienti senza epilessia, depressione, disturbo bipolare o trattamento con farmaci antiepilettici, 38.2 tra i pazienti con epilessia non-trattati con farmaci antiepilettici e 48.2 tra i pazienti con epilessia trattati con farmaci antiepilettici.

All’analisi aggiustata, l’uso di farmaci anti-epilettici non è risultato associato a un aumento del rischio di eventi legati al suicidio tra i pazienti con epilessia ( odds ratio, OR=0.59 ) o disturbo bipolare ( OR=1.13 ), ma è risultato significativamente associato a un aumento del rischio nei pazienti con depressione ( OR=1.65 ) e in quelli senza epilessia, depressione o disturbo bipolare ( OR=2.57 ).

In conclusione, l’uso corrente di farmaci antiepilettici non è risultato associato a un aumento del rischio di eventi correlati al suicidio tra i pazienti con epilessia, ma è risultato associato a un aumento di tale rischio nei pazienti con depressione e in quelli senza epilessia, depressione o disturbo bipolare. ( Xagena2010 )

Arana A et al, N Engl J Med 2010; 363: 542-551

Neuro2010 Farma2010 Psyche2010

Altri articoli