Reversione dell'emicrania cronica a emicrania episodica con il trattamento con Fremanezumab, un anticorpo monoclonale anti-CGRP


L'emicrania cronica e l'emicrania episodica sono clinicamente, funzionalmente e anatomicamente differenziate, con evidenza che suggerisce che possono essere condizioni separate.
Inoltre, i pazienti con emicrania cronica di solito hanno più patologie concomitanti e un più frequente uso eccessivo di farmaci, il che complica la gestione clinica.

Fremanezumab ( Ajovy ), un anticorpo monoclonale completamente umanizzato ( IgG2Δa ) che ha come bersaglio selettivo il peptide correlato al gene della calcitonina ( CGRP ), è un trattamento preventivo progettato per colpire in modo specifico un meccanismo patofisiologico dell'emicrania e ha dimostrato efficacia nel trattamento di questa malattia.

L'obiettivo dello studio era quello di valutare l'effetto di Fremanezumab sulla reversione da emicrania cronica a emicrania episodica.

Recenti dati da studi di imaging hanno indicato che l'emicrania cronica può essere un'entità distinta, diversa dall'emicrania episodica ( Schwedt T et al, Headache 2015; 55: 762-777 ).

In questo studio di fase III, multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, a gruppi paralleli, gli adulti con emicrania cronica confermata in modo prospettico ( maggiore o uguale a 15 giorni di cefalea e maggiore o uguale a 8 giorni di emicrania al mese ) sono stati randomizzati in un rapporto 1: 1: 1 alle iniezioni sottocutanee di Fremanezumab trimestralmente ( 675 mg al basale, placebo alle settimane 4 e 8 ), Fremanezumab al mese ( 675 mg al basale, 225 mg alle settimane 4 e 8 ), oppure placebo in un periodo di trattamento di 12 settimane.

Le analisi post hoc hanno valutato la proporzione di pazienti che sono passati da emicrania cronica ad emicrania episodica, definiti come pazienti che presentavano un numero maggiore o uguale a 15 giorni di emicrania al mese al basale ( periodo di pre-trattamento di 28 giorni ) e quindi avevano meno di 15 giorni al mese di emicrania in tutti e 3 i mesi del periodo di trattamento.

Nell'analisi post-hoc dei 1130 pazienti con emicrania cronica randomizzati in questo studio ( trimestrale, N = 376, mensile, N = 379, placebo, N = 375 ), significativamente più pazienti trattati con Fremanezumab hanno revertito l'emicrania cronica ( trimestrale: 121 pazienti [ 32% ], mensile: 133 pazienti [ 35% ] ) rispetto a quelli che avevano ricevuto placebo ( 86 pazienti [ 23% ], entrambi, P inferiore o uguale a 0.002 ).
In media, questi pazienti trattati con Fremanezumab avevano al basale 18-19 giorni di emicrania al mese e hanno mostrato riduzioni a 6-9 giorni di emicrania durante qualsiasi mese del periodo di trattamento, rappresentando fino a circa il 70% di riduzione dei giorni di emicrania.

In conclusione, insieme alla sua efficacia come trattamento preventivo per l'emicrania, Fremanezumab ha dimostrato il potenziale beneficio di revertire l'emicrania cronica a emicrania episodica. ( Xagena2018 )

Fonte: American Headache Society ( AHS ) Annual Meeting, 2018

Neuro2018 Farma2018

Altri articoli