Antiaritmici: efficacia e la tollerabilità del Dronedarone nella fibrillazione atriale


Dronedarone ( Multaq ) è un nuovo farmaco antiaritmico utilizzato nel trattamento della fibrillazione atriale. I ricercatori della Feinberg School of Medicine, Northwestern University ( Chicago, USA ) hanno esaminato l'efficacia e la tollerabilità dell’antiaritmico nella pratica clinica.

Sono stati identificati 208 pazienti trattati con Dronedarone per la fibrillazione atriale nella pratica ambulatoriale presso la Northwestern University.

L'età media era di 65.2 anni; il 37% dei pazienti era di sesso femminile. La fibrillazione atriale parossistica, persistente e permanente è stata accertata, rispettivamente, nel 46.2%, 51.9% e 1.9%.
La frazione di eiezione media era pari a 56.3%; il 12.8% aveva una storia di insufficienza cardiaca congestizia, e il 10.3% presentava malattia valvolare cardiaca.

Il Dronedarone è stato interrotto in 25 pazienti dopo procedura di ablazione transcatetere o chirurgica. Nei rimanenti 183 pazienti, Dronedarone è stato interrotto nel 48.6% dopo una durata media di 6.2 mesi a causa di inefficacia ( 26.2% ), effetti collaterali ( 6% ), e altri motivi ( 16.4% ).

Per coloro che sono rimasti in trattamento con Dronedarone ( n=94 ), dopo una media di 11.6 mesi, l'efficacia clinica ( risoluzione o miglioramento dei sintomi riferito dal paziente ) è stato osservato nel 45.4% dei pazienti.

Durante terapia con Dronedarone, il 57.4% non è andato incontro a episodi di fibrillazione atriale nel corso del follow-up ( efficacia complessiva del 29.5% ).
Per valutare l'efficacia, è stato eseguito il solo elettrocardiogramma o il monitoraggio a lungo termine, rispettivamente, nel 62.7% e nel 37.3%, e non sono stati osservati segni di fibrillazione atriale, rispettivamente, nel 69.2 e nel 48.4%.

Sono stati segnalati 3 decessi e 2 attacchi ischemici transitori ( TIA ) nel gruppo non-Dronedarone contro 1 decesso, 1 TIA e 2 ictus nel gruppo che stava assumendo Dronedarone.

In conclusione, il Dronedarone ha un tasso significativo di interruzione a causa sia degli effetti collaterali sia dell’inefficacia. Tuttavia, questo farmaco antiaritmico ha efficacia clinica e tollerabilità moderata in una popolazione ambulatoriale di pazienti con fibrillazione atriale. ( Xagena2013 )

Teme T, Goldberger JJ, Cardiol J 2013; 20: 486-490

Cardio2013 Farma2013

Altri articoli