Magnesio per l’emorragia subaracnoidea da aneurisma


Il Magnesio solfato è un farmaco neuroprotettivo che potrebbe migliorare l’esito dopo emorragia subaracnoidea da aneurisma riducendone la manifestazione o migliorando l’esito dell’ischemia cerebrale ritardata.

È stato effettuato uno studio per valutare se la terapia con Magnesio fosse in grado di migliorare l’esito dopo emorragia subaracnoidea da aneurisma.

Lo studio di fase 3, randomizzato, placebo-controllato è stato condotto in 8 Centri in Europa e Sud America.

Pazienti di età uguale o superiore a 18 anni con un pattern da aneurisma di emorragia subaracnoidea nelle analisi di imaging cerebrale ammessi in ospedale entro 4 giorni dall’emorragia sono stati assegnati in maniera casuale e con stratificazione basata sul Centro a ricevere Magnesio solfato per via endovenosa, 64 mmol/giorno, oppure placebo.

Sono stai esclusi i pazienti con insufficienza renale o peso corporeo inferiore a 50 kg.

I pazienti, i medici curanti e i ricercatori non erano a conoscenza del trattamento assegnato.

L’endpoint primario era un esito sfavorevole, definito come un punteggio di 4-5 alla scala di Rankin modificata, 3 mesi dopo l’emorragia subaracnoidea o il decesso.

I risultati sono stati analizzati per intention-to-treat.

È stata inoltre aggiornata una precedente meta-analisi degli studi clinici sui trattamenti con Magnesio per emorragia subaracnoidea da aneurisma.

Nello studio sono stati arruolati 1.204 pazienti, uno di questi ha perso la sua assegnazione al trattamento.

In totale, 606 pazienti sono stati assegnati al gruppo Magnesio ( due pazienti persi al follow-up ) e 597 al gruppo placebo ( uno perso al follow-up ).

Il 26.2% ( n=158 ) dei pazienti ha mostrato esito non-favorevole nel gruppo Magnesio rispetto al 25.3% ( n=151 ) nel gruppo placebo ( risk ratio [ RR ] 1.03 ).

La meta-analisi aggiornata di 7 studi clinici randomizzati con 2.047 pazienti, ha mostrato che il Magnesio non è superiore a placebo per la riduzione degli esiti sfavorevoli in caso di emorragia subaracnoidea da aneurisma ( RR=0.96 ).

In conclusione, la somministrazione endovenosa di Solfato di magnesio non migliora l’esito clinico dopo emorragia subaracnoidea da aneurisma, dunque la somministrazione routinaria di Magnesio non può essere raccomandata. ( Xagena2012 )

Dorhout Mees SM et al, Lancet 2012; 380: 44-49


Neuro2012 Farma2012

Altri articoli