La tomografia computerizzata cerebrale precoce dopo esordio di cefalea a rombo di tuono può escludere l’emorragia da rottura di aneurisma


Uno studio ha mostrato che nei pazienti con cefalea a rombo di tuono e normale esame neurologico, una tomografia computerizzata cerebrale può escludere l’emorragia subaracnoidea da rottura di aneurisma.

Una tomografia computerizzata a livello cerebrale negativa entro sei ore dall’insorgenza di cefalea a rombo di tuono nei pazienti con un normale esame neurologico è altamente sensibile per escludere l’emorragia subaracnoidea da rottura di aneurisma quando la tomografia computerizzata è tecnicamente adeguata e viene interpretata da un radiologo esperto.

E’ stata condotta una ricerca di letteratura di studi originali di adulti che presentavano una storia riguardante l’emorragia subaracnoidea da rottura di aneurisma spontanea e che erano stati sottoposti a tomografia computerizzata cerebrale senza mezzo di contrasto utilizzando moderni scanner con tecnologia a 16 strati o superiore entro 6 ore dall’insorgenza della cefalea.

L’obiettivo dello studio era quello di determinare la sensibilità della tomografia computerizzata cerebrale per escludere l’emorragia subaracnoidea da rottura di aneurisma nei pazienti neurologicamente intatti.

Tra gli 882 articoli esaminati, 5 articoli con una popolazione di 8.907 pazienti hanno incontrato i criteri di inclusione, ed è stata effettuata una meta-analisi.
Tra questi, in 13 casi la diagnosi di emorragia subaracnoidea da rottura di aneurisma alla tomografia computerizzata cerebrale, entro 6 ore, è risultata errata ( incidenza 1.46 per 1.000 ).

La sensibilità generale della tomografia computerizzata è stata pari a 0.987, mentre la specificità è stata dello 0.999; il rapporto di verosimiglianza ( dati aggregati ) di una tomografia computerizzata negativa è stata pari a 0.010. ( Xagena2016 )

Fonte: Stroke, 2016

Neuro2016 Diagno2016


Altri articoli