Consumo di alcol, bevande alcoliche specifiche e aneurisma della aorta addominale


Gli studi che indagano il ruolo del consumo di alcol nello sviluppo dell’aneurisma dell'aorta addominale ( AAA ) sono scarsi.
Sono state esaminate le associazioni tra consumo di alcol totale e specifiche bevande alcoliche e rischio di aneurisma della aorta addominale.

La popolazione dello studio era costituita da 44.715 uomini della Cohort of Swedish Men e 35.569 donne provenienti dalla Swedish Mammography Cohort che avevano 46-84 anni di età al basale nel 1998.

Sono stati stimati gli hazard ratio per l'associazione tra il consumo di alcol, valutato attraverso un questionario di frequenza alimentare, e l’aneurisma dell'aorta addominale, identificato mediante collegamento allo Swedish Inpatient Register and the Swedish Vascular Registry ( Swedvasc ).

Nel corso di 14 anni di follow-up fino a dicembre 2011 ( 1.019.954 anni-persona ), l’aneurisma della aorta addominale si è verificato in 1.020 uomini e 194 donne.

Rispetto al consumo di 1 bicchiere di alcol a settimana ( 12 g di etanolo ), l'hazard ratio di aneurisma della aorta addominale tra gli uomini che hanno consumato 10 bicchieri a settimana è stato pari a 0.80.
Il corrispondente hazard ratio tra le donne che hanno consumato 5 bicchieri a settimana è stato di 0.57.

Tra i partecipanti liberi da malattie cardiovascolari, il consumo totale di alcol non è sembrato essere associato al rischio di malattia.
Le bevande alcoliche più comunemente consumate, la birra tra gli uomini e il vino tra le donne, sono risultate inversamente associate, mentre non è stata osservata alcuna associazione per i liquori.

In conclusione, il consumo moderato di alcol, in particolare di vino e birra, è stato associato a un più basso rischio di aneurisma della aorta addominale.
Le associazioni tra dosi più elevate di alcol e rischio della malattia non sono note. ( Xagena 2014 )

Stackelberg O et al, Circulation 2014;130:646-652

Cardio2014


Altri articoli