Roxadustat per l'anemia nei pazienti con malattia renale non-sottoposti a dialisi


Roxadustat ( Evrenzo ) è un inibitore orale del fattore inducibile da ipossia ( HIF ) prolilidrossilasi che stimola l'eritropoiesi e regola il metabolismo del ferro.
Negli studi di fase 2 che hanno coinvolto pazienti con malattia renale cronica, Roxadustat ha aumentato i livelli di eritropoietina endogena all'interno o in prossimità del range fisiologico, insieme all'aumento dei livelli di emoglobina e al miglioramento dell'omeostasi del ferro.
Sono necessari ulteriori dati sull'efficacia e la sicurezza di Roxadustat nel trattamento dell'anemia nei pazienti con malattia renale cronica non-sottoposti a dialisi.

In uno studio di fase 3 condotto in 29 centri in Cina, sono stati assegnati in modo casuale 154 pazienti con malattia renale cronica a ricevere Roxadustat oppure placebo tre volte a settimana per 8 settimane in doppio cieco.
Tutti i pazienti presentavano un livello di emoglobina compreso tra 7.0 e 10.0 g per decilitro al basale.

La fase randomizzata dello studio è stata seguita da un periodo in aperto di 18 settimane in cui tutti i pazienti hanno ricevuto Roxadustat; il Ferro parenterale è stato interrotto.

L'endpoint primario era la variazione media rispetto al basale nel livello di emoglobina media nelle settimane da 7 a 9.

Durante il periodo di analisi primaria, la variazione media rispetto al basale nel livello di emoglobina è stata pari a un aumento di 1.9 g per decilitro nel gruppo Roxadustat e a una diminuzione di 0.4 g per decilitro nel gruppo placebo ( P minore di 0.001 ).

La riduzione media dal basale del livello di epcidina ( associata a una maggiore disponibilità di ferro ) è stata di 56.14 ng per millilitro nel gruppo Roxadustat e 15.10 ng per millilitro nel gruppo placebo.

La riduzione dal basale del livello di colesterolo totale è stata pari a 40.6 mg per decilitro nel gruppo Roxadustat e a 7.7 mg per decilitro nel gruppo placebo.

Iperkaliemia e acidosi metabolica si sono verificate più frequentemente nel gruppo Roxadustat rispetto al gruppo placebo.

L'efficacia di Roxadustat nella correzione e nel mantenimento dell'emoglobina è stata mantenuta durante il periodo in aperto di 18 settimane.

Tra i pazienti cinesi con malattia renale cronica non-sottoposti a dialisi, quelli nel gruppo Roxadustat hanno mostrato un livello medio di emoglobina più elevato rispetto a quelli nel gruppo placebo dopo 8 settimane.
Durante la fase in aperto di 18 settimane, Roxadustat è risultato associato a efficacia continuativa. ( Xagena2019 )

Chen N et al, N Engl J Med 2019; 381: 1001-1010

Emo2019 Nefro2019 Farma2019

Altri articoli