La Leptina nelle donne con amenorrea ipotalamica migliora la funzione riproduttiva e neuroendocrina


Alterazioni neuroendocrine ed endocrine sono associate a bassi livelli dell'ormone leptina, secreto dagli adipociti, e si manifestano come amenorrea ipotalamica.

Uno studio, coordinato da Ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center, ha verificato l'ipotesi che la somministrazione di Leptina ricombinante esogena fosse in grado di migliorare la funzione riproduttiva e neuroendocrina nelle donne con amenorrea ipotalamica.

Sono state studiate donne con amenorrea ipotalamica dovuta ad intenso esercizio fisico o a basso peso corporeo.

Dopo il primo mese di osservazione, alle donne è stata somministrata la Leptina ricombinante, due volte al giorno per 3 mesi.
Ad altre donne con amenorrea ipotalamica non è stata somministrata alcuna terapia.

Dopo due settimane, il trattamento con Leptina ha aumentato i livelli medi di ormone luteinizzante ( LH ), e la frequenza della pulsatilità di LH ed ha aumentato il diametro follicolare, il numero di follicoli dominanti, il volume ovarico ed i livelli di estradiolo nel'arco di 3 mesi.

Tre pazienti hanno presentato un ciclo mestruale ovulatorio, mentre altre due hanno presentato uno sviluppo follicolare preovulatorio ed interruzione del sanguinamento durante il trattamento.

La terapia ha aumentato in modo significativo i livelli di triiodiotironina libera ( TF3 ), di tiroxina libera ( FT4 ), di IGF-1 ( insulin-like growth factor 1 ), IGF-BP3 ( insulin-like growth factor-binding protein 3 ), fosfatasi alcalina ossea ed osteocalcina.

Questo studio ha dimostrato che la somministrazione di Leptina nelle donne con amenorrea ipotalamica sembra migliorare la funzione riproduttiva e la funzione neuroendocrina. ( Xagena2004 )

Welt C K et al, N Engl J Med 2004; 351: 987-997

Gyne2004 Endo2004 Farma2004

Altri articoli