Allattamento precoce e depressione post-partum


Le prime settimane dopo il parto sono un periodo critico per la madre e il neonato. Le donne si possono presentare con insufficiente lattazione e depressione post-partum.
Non è chiara la relazione tra allattamento precoce e la depressione post-partum.

E' stata determinata questa associazione con la regressione logistica in un'analisi secondaria dei dati dell’Infant Feeding Practices Study II.

E' stato valutato lo stato della depressione post-partum con la Edinburgh Postnatal Depression Scale.

Nel periodo neonatale, 2.586 donne hanno riferito di non aver mai allattato al seno, tra queste 223 ( 8.6% ) hanno incontrato i criteri per la depressione maggiore ( Edinburgh Postnatal Depression Scale 13 o superiore ) a 2 mesi dopo il parto.

Le donne che non hanno allattato al seno nella prima settimana erano più predisposte alla depressione post-partum a 2 mesi ( odds ratio, OR=1.42 ) con aggiustamento per l'età materna, gravidanze, istruzione, etnia e partecipazione postnatale al programma Women, Infants and Children ( WIC ).

Le donne con forte dolore nel primo giorno di allattamento ( OR aggiustato, OR=1.96 ), la prima settimana ( OR=2.13 rispetto a nessun dolore ), e la seconda settimana ( OR= 2.24 rispetto a nessun dolore ) con più probabilità sono andate incontro a depressione.

L'assistenza infermieristica durante l'allattamento al seno è apparsa protettiva per le donne con dolore moderato ( OR=0.22 ) o grave ( OR=0.17 ).

In conclusione, le donne con esperienze negative all'inizio dell'allattamento hanno avuto più probabilità di sviluppare sintomi depressivi a 2 mesi dopo il parto.
Le donne con difficoltà di allattamento al seno dovrebbero essere sottoposte a screening per i sintomi depressivi. ( Xagena2011 )

Watkins S et al, Obstet Gynecol 2011; 118: 214-221


Gyne2011 Psyche2011


Altri articoli