Fludarabina più Alemtuzumab come trattamento di prima linea in pazienti giovani con leucemia linfatica cronica e profilo biologico avverso


È stato somministrato a 45 pazienti di età non-superiore a 60 anni con leucemia linfatica cronica e un profilo biologico avverso un trattamento di prima linea con Fludarabina ( Fludara ) e Alemtuzumab ( Campath; MabCampath ).

Il tasso di risposta complessiva è stato del 75.5%, il tasso di risposta completa ( CR ) del 24.4% con i tassi più bassi di risposta completa del 16.7% e 8.3% nelle delezioni 11q e 17p.

La sopravvivenza libera da progressione a 3 anni e la sopravvivenza globale sono state, rispettivamente, pari a 42.5% e 79.9%.

La sopravvivenza libera da progressione è stata significativamente influenzata dalla durata della leucemia linfatica cronica, dalla beta2-microglobulina ed è stata migliorata dal trapianto di cellule staminali post-remissione.

Fludarabina e Alemtuzumab come trattamento di prima linea hanno mostrato un profilo di sicurezza gestibile e la prova di un vantaggio in una piccola serie di pazienti affetti da leucemia linfatica cronica con caratteristiche biologiche avverse. ( Xagena2014 )

Mauro FR et al, Leuk Res 2014; 38: 2: 198-203

Emo2014 Farma2014

Altri articoli