Effetti del trattamento delle statine sull’omeostasi del acido urico nei pazienti con iperlipidemia primaria


Studi epidemiologici hanno mostrato che l’acido urico plasmatico è un fattore di rischio per la malattia coronarica.

Uno studio ha valutato gli effetti di due statine, Atorvastatina ( Lipitor ) e Simvastatina ( Zocor ) sull’omeostasi dell’acido urico nei pazienti trattati per iperlipidemia primaria.

Sono stati arruolati 180 pazienti, che sono stati assegnati in modo random a 40 mg/die di Atorvastatina o Simvastatina.

Entrambe le statine hanno prodotto un favorevole effetto sui lipidi ed una significativa riduzione dei livelli di fibrinogeno e di proteina C reattiva.

Tuttavia, solo l’Atorvastatina ha ridotto i livelli di acido urico plasmatico ( in media da 5,6 a 4,9 mg/dL; p 0,0001 ), aumentando l’escrezione frazionale urinaria ( in media da 10,4% al 12%; p < 0,01 ).

La riduzione dei livelli di acido urico è risultata associata in modo indipendente alla concentrazione plasmatica di acido urico basale, ma non ad altre variabili, tra cui i parametri lipidici ( OR: 1,65 ).

L’Atorvastatina, ma non la Simvastatina, ha abbassato in modo significativo i livelli plasmatici di acido urico.( Xagena2004 )

Milionis HJ et al, Am Heart J 2004; 148: 635-540

Cardio2004 Uro2004 Farma2004

Altri articoli