Acido Eicosapentaenoico e Aspirina, da sola e in combinazione, per la prevenzione degli adenomi del colon: studio seAFOod Polyp Prevention


L’Acido grasso polinsaturo Omega-3 Acido Eicosapentaenoico ( EPA ) e l'Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) hanno entrambi un possibile ruolo nella chemioprevenzione del cancro colorettale, insieme a un eccellente profilo di sicurezza.
È stata testata l'efficacia di EPA e Aspirina, da soli e in combinazione e confrontati con un placebo, in individui con neoplasia colorettale sporadica rilevata alla colonscopia.

Nello studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, seAFOod Polyp Prevention, pazienti di età compresa tra 55 e 73 anni identificati durante la colonscopia come ad alto rischio nel English Bowel Cancer Screening Programme ( BCSP; 3 o più adenomi se almeno uno era uguale o superiore a 10 mm di diametro o 5 o più adenomi se questi erano inferiori a 10 mm di diametro ) sono stati reclutati da 53 unità di endoscopia BCSP in Inghilterra, Regno Unito.

I pazienti sono stati allocati casualmente a ricevere 2 g di Acido grasso privo di EPA ( FFA ) al giorno ( come FFA o trigliceride ), 300 mg di Aspirina al giorno, entrambi i trattamenti in combinazione o placebo per 12 mesi, stratificati per Centro BCSP.

L'endpoint primario era il tasso di rilevazione dell'adenoma ( ADR, la percentuale di partecipanti con qualsiasi adenoma ) alla colonscopia di sorveglianza a 1 anno analizzata in tutti i partecipanti con dati osservabili di follow-up utilizzando un approccio cosiddetto al margine, aggiustando per il Centro BCSP e per endoscopia ripetuta al basale.
La popolazione di sicurezza comprendeva tutti i partecipanti che avevano ricevuto almeno una dose di farmaco in studio.

Tra il 2011 e il 2016, 709 partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a quattro gruppi di trattamento ( 176 al placebo, 179 a EPA, 177 all'Aspirina e 177 a EPA più Aspirina ).

I dati sull'adenoma erano disponibili per 163 pazienti ( 93% ) nel gruppo placebo, 153 ( 85% ) nel gruppo EPA, 163 ( 92% ) nel gruppo Aspirina e 161 ( 91% ) nel gruppo EPA più Aspirina.

Il tasso di rilevazione dell'adenoma è stato pari a 61% ( 100 su 163 ) nel gruppo placebo, del 63% ( 97 su 153 ) nel gruppo EPA, del 61% ( 100 su 163 ) nel gruppo Aspirina e del 61% ( 98 su 161 ) nel gruppo EPA più Aspirina, senza evidenza di alcun effetto per EPA ( risk ratio, RR=0.98, differenza di rischio -0.9%, P=0.81 ) o Aspirina ( RR 0.99, differenza di rischio -0.6%, P=0.88 ).

EPA e Aspirina sono risultati ben tollerati ( 78 su 176, 44%, avevano 1 o più eventi avversi nel gruppo placebo rispetto a 82, 46%, nel gruppo EPA, 68, 39%, nel gruppo Aspirina e 76, 45%, nel gruppo EPA più Aspirina ), sebbene il numero di eventi avversi gastrointestinali fosse aumentato nel gruppo EPA da solo a 146 eventi ( rispetto a 85 nel gruppo placebo, 86 nel gruppo trattato con Aspirina e 68 nel gruppo trattato con Aspirina più placebo ).

Sono stati riportati 6 eventi emorragici del tratto gastrointestinale superiore nei gruppi di trattamento ( 2 nel gruppo EPA, 3 nel gruppo Aspirina e 1 nel gruppo placebo ).

Né il trattamento con EPA né il trattamento con Aspirina sono risultati associati a una riduzione della proporzione di pazienti con almeno un adenoma del colon-retto.
Sono necessarie ulteriori ricerche per quanto riguarda l'effetto sul numero di adenomi colorettali secondo il tipo di adenoma e la posizione.
L'uso ottimale di Acido Eicosapentaenoico e Aspirina potrebbe richiedere un approccio di medicina di precisione per la recidiva dell'adenoma. ( Xagena2018 )

Hull MA et al, Lancet 2018; 392: 2583-2594

Onco2018 Gastro2018 Farma2018

Altri articoli