Acidi grassi Omega-3 e invecchiamento cognitivo dominio-specifico


E’ stata verificata l'ipotesi che più alti livelli di globuli rossi, Acido Docosaesaenoico ( DHA ) e Acido Eicosapentaenoico ( EPA ) abbiano una associazione protettiva con la funzione cognitiva dominio-specifica nelle donne di età a partire dai 65 anni.

In totale, sono state seguite con test cognitivi annuali 2.157 donne con normale capacità cognitiva arruolate in uno studio clinico di terapia ormonale in post-menopausa per una media di 5.9 anni.

In questo studio retrospettivo di coorte, è stata valutata la relazione tra i livelli pre-randomizzazione di globuli rossi, Acido Docosaesaenoico più Acido Eicosapentaenoico e misure, cognitive al basale e cambiamento cognitivo nel tempo.

Gli endpoint erano funzione cognitiva e prestazioni composite in 7 domini cognitivi: velocità dei movimenti di precisione, memoria verbale, memoria visiva, abilità spaziale, conoscenza verbale, fluidità verbale e memoria di lavoro.

Dopo aggiustamento per caratteristiche demografiche, cliniche e comportamentali, non sono state rilevate significative differenze cognitive trasversali ( P minore di 0.01 ) tra le donne negli alti e bassi terzili di DHA più EPA al momento della prima batteria cognitiva annuale.

Inoltre, non sono state riscontrate differenze significative ( P minore di 0.01 ) tra alti e bassi terzili di DHA più EPA nel tasso di cambiamento cognitivo nel tempo.

In conclusione, non è stata riscontrata una associazione tra i livelli di globuli rossi, Acido Docosaesaenoico e Acido Eicosapentaenoico e declino cognitivo associato all'età in una coorte di donne anziane prive di demenza. ( Xagena2013 )

Ammann EM et al, Neurology 2013; 81: 17: 1484-1491

Neuro2013